La comunicazione di inizio attività – MOD. COM. 6 Bis

  • By admin
  • 10 Dicembre, 2013
  • 0
  • 79 Views

All’interno del modulo dovranno essere inserite alcune informazioni anagrafiche oltre all’indicazione del tipo di attività, l’ubicazione del deposito merci e la URL del sito web.

Oltre a queste “informazioni” è necessario dichiarare la sussistenza dei requisiti (requisiti di onorabilità) di cui all’art. 5 del D. Lgs. 114/98, ossia di non essere fallito (o, se tale, di essere stato riabilitato) e di non aver subito alcuna delle condanne o delle misure di prevenzione indicate nella norma. Se l’e-commerce riguarda la vendita di prodotti alimentari, inoltre, è necessario che il richiedente dichiari di soddisfare alcuni requisti specifici (requisiti professionali):

avere frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio relativo al settore merceologico alimentare, istituito o riconosciuto dalla regione o dalle province autonome di Trento e di Bolzano;
avere esercitato in proprio, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, l’attività di vendita all’ingrosso o al dettaglio di prodotti alimentari; o avere prestato la propria opera, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, presso imprese esercenti l’attività nel settore alimentare, in qualità di dipendente qualificato addetto alla vendita o all’amministrazione o, se trattasi di coniuge o parente o affine, entro il terzo grado dell’imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all’INPS;
essere stato iscritto nell’ultimo quinquennio al registro esercenti il commercio di cui alla legge 11 giugno 1971 n. 426, per uno dei gruppi merceologici individuati dalle lettere a), b) e c) dell’articolo 12, comma 2, del decreto ministeriale 4 agosto 1988, n. 375.
In caso di problemi con la modulistica presentata, il Comune ha tempo 30 giorni per contattarvi, in mancanza vige la regola del silenzio assenso.

Trascorsi i 30 giorni, senza che sia pervenuta una comunicazione contraria da parte del Comune, sarà necessario inoltrare copia del modulo COM. 6 Bis al Registro delle Imprese della CCIAA competente per la provincia; ad oggi non è possibile consegnare “a mano” copia del modello ma è necessario adempiere a tale obbligo in via telematica (normalmente questo aspetto è curato dal commercialista ma può anche essere fatto in prima persone qualora si disponga dell’abilitazione al servizio e di una firma digitale).

Non tutte le attività di commercio elettronico sono sottoposte all’obbligo di presentare la comunicazione di inizio attività al Comune: in particolare sono esentati da questo obbligo coloro i quali intendono creare un attività di commercio elettronico per la vendita delle proprie opere d’arte o di proprie opere dell’ingegno a carattere creativo, comprese le proprie pubblicazioni di natura scientifica o informativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *